Nativo di Bergamo, ha iniziato a sviluppare la sua passione per l’arte culinaria al centro di formazione alberghiera e sotto la guida di Ezio Santin all’Antica osteria del Ponte, ora ristorante stellato alle porte di Milano. Nel 1983 era a capo della brigata al ristorante Rex a Los Angeles, dove è stato apprezzato per la sua semplice cucina regionale. Il proprietario Mauro Vincenti ha spesso dedicato la sua location ai party “post Oscar” ospitando altri importanti chef come Gianfranco Vissani, Michel Rostang e Pinuccio Alia. 

Bombana è arrivato a Hong Kong nel Giugno 1993 per aprire il ristorante Toscana all’interno dell’hotel Ritz Carlton che in pochissimo tempo si è conquistato un posto speciale nel cuore dei tanti gourmet di Hong Kong. Durante i 15 anni trascorsi al Toscana, Bombana ha anche influenzato con le sue consulenze le cucine dei Ritz Carlton di Laguna Niguel, California, Boston, Osaka, Seoul e Singapore. Significativa la sua consulenza al Crystal Symphony Cruise Ship e alla linea gastronomica dei voli di United Airlines’ First e Business Class per tutti i voli in Asia. Nel 2006, è stato eletto Ambasciatore nel mondo del tartufo Bianco d’Alba dall’Enoteca Regionale di Cavour. Conclusa l’esperienza al ristorante Toscana nel Gennio 2008, nell’estate del 2009 Bombana si lancia in una nuova avventura con l’amico collega Roland Schuller. Il loro ristorante, The Drawing Room, in meno di un anno viene premiato con la stella Michelin.

Nel 2010, Bombana è pronto per il suo personale grande progetto. Un ristorante che rispecchi la sua filosofia, il suo amore per la cucina italiana, la sua ricerca di preziosi ingredienti provenienti da tutto il mondo.

La consacrazione è in seguito arrivata nel Dicembre 2011, con l’assegnazione della tanto ambita terza stella Michelin, primo e unico di tutti i ristoranti Italiani all’estero fino ad oggi. 

Bombana si è fatto conoscere e apprezzare anche in Cina con l’apertura, nel 2012, di 8 ½ Otto e Mezzo BOMBANA Shanghai (oggi due stelle Michelin) e, nel 2013, di Opera Bombana a Pechino. Due ristoranti diversi ma che rispecchiano l’identità dello Chef bergamasco, che si impegna da anni a promuovere la grande cucina italiana in Asia.

Il percorso di Umberto Bombana prosegue con l’apertura, a Giugno 2015, del terzo 8 ½ Otto e Mezzo BOMBANA presso Galaxy Macao, oggi una stella Michelin. Nel 2017 lo Chef inaugura Octavium, il suo ristorante “laboratorio” e nel 2019 si lancia in un nuovo progetto con  il collega Master Dim Sum Wong Yiu-Por:  NOVE, il suo primo ristorante cantonese.